Immigrazione nella Repubblica Veneta

emigrazione

La Repubblica Veneta avrà un approccio aperto e inclusivo alla cittadinanza nel contesto della cittadinanza europea.

Molte problematiche attuali legate all’immigrazione sono dovute a scelte politiche di fondo che hanno favorito l’ingresso di immigrati senza alcuna specializzazione per l’impiego in mansioni dequalificate. La Repubblica Veneta sarà finalmente libera di fare le scelte politico-economiche indispensabili che ci permetteranno di poter favorire l’immigrazione per personale qualificato, che oggi non viene attratto dall’ambiente competitivo veneto.

Il diritto alla cittadinanza sarà in ogni caso aperto a coloro che vivono legittimamente in Venetia e sono in possesso di requisiti minimi di compatibilità sociale (ad esempio, conoscenza della lingua, sussistenza economica, dimostrazione di senso civico), a coloro che sono nati in Venetia e a coloro con un genitore nato in Venetia. Tutti gli altri sono liberi di fare domanda e potrebbe essere riconosciuta la doppia cittadinanza, sempre compatibilmente con i prerequisiti minimi anticipati.

Il primo problema dei veneti è l’emigrazione, non l’immigrazione.emigrazione

Pertanto la Repubblica Veneta darà il benvenuto a tutti i veneti che sceglieranno di ritornare, in modo legittimo, nel paese dei loro ascendenti e sceglierlo come propria nuova casa.

Repubblica Veneta creerà un sistema a punti sul modello australiano che permetta di monitorare il grado di integrazione degli immigrati che fanno richiesta di cittadinanza.

Nella Repubblica Veneta sarà in ogni caso formulato un quadro normativo che regoli in modo certo i flussi immigratori e stabilisca dei criteri minimi per acquisire un visto di ingresso permanente per ragioni di lavoro.

Saranno ovviamente incentivate le politiche di immigrazione a scopo turistico tramite l’emissione di visti di ingresso turistici rinnovabili, per esempio di durata trimestrale, fatte salve misure precauzionali a scopo antiterroristico per la sicurezza interna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *