Una nuova vision per la casa Veneta

ZB459

Siamo abituati a pensare alle “case passive”, cioè le case che consumano poco combustibile. L’evoluzione naturale di questa realtà è la Casa ATTIVA: cioè la casa che genera più energia di cui ha bisogno. Tramite nuovi materiali e soluzioni architettoniche è possibile ottenere ciò e i nuovi regolamenti edilizi prevederanno tali possibilità per renderci indipendenti dai combustibili fossili.

 

 

“Si chiama Aktivhaus ed è la prima casa “attiva” al mondo: grazie ad un sofisticato concetto di energia e ad un sistema di “auto-controllo”, l’edificio di 90 metri quadrati riesce a generare il doppio dell’energia di cui ha bisogno da fonti rinnovabili tanto da poter ricaricare anche due auto elettriche, due biciclette e una casa accanto.

Il prototipo chiamato “B10” – nome abbreviato dall’indirizzo Bruckmannweg 10 – è situato nel quartiere di Weissenhof a Stoccarda, costruito nel 1927 in occasione dell’esposizione organizzata dal Deutscher Werkbund.ZB459

È stato una sorta di “vetrina” internazionale, per mostrare le innovazioni (architettoniche e sociali) proposte dal Movimento moderno.

Distrutto durante la guerra e ricostruito, ora per tre anni accoglie B10.

Universo abitativo ora rivoluzionato – Obiettivo del nuovo progetto, promosso dall’organizzazione Stuttgart Institute of Sustainability Stiftung e finanziato dal governo tedesco, è dimostrare come materiali innovativi, costruzioni e tecnologie sostenibili possano dare un senso di maggiore modernità all’universo abitativo.

Il sistema di gestione intelligente dell’energia è controllato tramite smartphone o tablet: si può riscaldare l’ambiente prima del rientro a casa, accendere o spegnere luci, gestire la ricarica dell’auto. Di notte, pannelli isolanti rotolano giù per coprire il vetro ed evitare sprechi di energia.

A breve un test di “vita vera” nella casa. Alla fine della prima fase del progetto l’abitazione sarà completamente smontata e ricostruita altrove o riciclata al 100%. Nella seconda fase due studenti faranno una esperienza di “vita vera” nella costruzione che verrà continuamente monitorata dai ricercatori dell’Università di Stoccarda.”

(tratto da http://ambiente.tiscali.it/articoli/15/02/casa-attiva-genera-doppio-energia.html?AMBIENTE”

11 febbraio 2015

arch. Andrea Scudella

per approfondire servizio di n-TV (in tedesco): http://www.n-tv.de/mediathek/videos/ratgeber/Aktiv-Haus-Leben-ohne-Energieprobleme-article13964576.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *